lunedì 9 aprile 2012

Kyle Eastwood Band su Radio 3

Questa sera Radio 3 della RAI trasmetterà il concerto della Kyle Eastwood Band, registrato a Udine al Teatro S.Giorgio, il 24 giugno 2011, dove ha presentato il suo ultimo album Songs From The Chateau.
La formazione era composta da Kyle Eastwood al contrabbasso, Martyn Kaine alla batteria, Andrew McCormack al pianoforte, Graeme Blevins al sax e il sensazionale Jim Rotondi alla tromba e flicorno.


A quarantatre anni, Kyle Eastwood conduce una intensa vita artistica: dirige la propria band, della quale è contrabbassista e principale compositore, con l’orecchio attento alla melodia, alle dinamiche e allo swing, così come alle sfumature del jazz contemporaneo. E naturalmente è autore di grande successo di musica per il cinema: recano la sua firma, tra gli altri, i commenti sonori per Mystic River, Million Dollar Baby, Gran Torino e Invictus.
Il cognome che porta non gli pesa più di tanto, anche se è lo stesso del regista con cui lavora quasi in esclusiva. “Essere figlio di Clint ha avuto i suoi svantaggi e i suoi lati positivi”, ammette, ricordando che la notorietà e la passione del padre gli concesse, da ragazzo, “ad avere libero accesso a tutti i concerti; sono stato molto fortunato a incontrare e a parlare con Sarah Vaughan, con Miles Davis e con tante leggende del jazz”.
Il quinto album di Kyle, Songs From The Chateau, è stato realizzato in un castello del XV secolo, nella regione vinicola attorno a Bordeaux. La maggior parte dei pezzi sono stati scritti on the road, quando la band era in tour; al momento delle registrazioni gli strumentisti avevano già chiara la musica che volevano ottenere, e l’ambiente dello Chateau Couronneau ha completato l’ispirazione.
Eastwood ha un rapporto particolare con la Francia, suo paese d’elezione. “Ho lasciato New York per Parigi, alla ricerca di nuovi stimoli, e ormai non potrei più cambiare. Mia figlia studia qui, e anch’io mi trovo bene. La città è piena di musicisti interessanti”.
Alcuni temi dell’album sono stati ripresi da tracce scritte per il film Invictus. “Erano idee che avevo sviluppato mentre lavoravo a Città del Capo con mio padre. Ho cambiato le melodie originali e le ho riutilizzate”.
Ispirato da tematiche africane, caraibiche, mediterranee e latine, il set utilizza una compattezza sonora vicina a pulsioni soul-jazz e hard bop, l’ideale per i comprimari di Kyle, tutti luminari della scena jazz britannica e suoi partner di lungo corso. La familiarità di Eastwood con i suoi compagni di avventura - l’ultimo arrivato è con lui da più di quattro anni - è consolidata da anni di lavoro in comune. “Gli album di jazz che preferisco sono quelli fatti da musicisti che esprimono il feeling del gruppo”, conclude precisando che lui cercava musicisti che vogliono “essere del gruppo”, ma anche in grado di aggiungere al gruppo la propria creatività individuale.

A seguire sarà trasmesso il concerto del Andrea Massaria 4et “Metamorphosis Project” (Mat Maneri alla viola, Arrigo Cappelletti al pianoforte, Nicola Stranieri alla batteria e Andrea Massaria alla chitarra), registrato a San Giorgio di Nogaro, Villa Dora, il 16 giugno 2011.
Coraggioso e innovativo, questo quartetto propone un free jazz lirico, avventuroso, aperto dove si può trovare di tutto: da Mahler e Satie a Bill Evans, dal tango all’elettronica, dal blues a trasgressivi’ come Carla Bley, Jimi Hendrix e Thelonius Monk.

Per ascoltare questi concerti, clicca sul player di Radio3, questa sera a partire dalle ore 20,30.

Nessun commento:

Posta un commento