mercoledì 18 aprile 2012

Bologna la strada del jazz

La seconda stella del jazz da porre in via Caprarie a Bologna, sara’ scelta dal pubblico che potra’ votare sul sito il proprio artista preferito tra i sei pre-selezionati. 
Si svolgera’ cosi’ la seconda edizione di “Bologna la strada del jazz”, manifestazione in programma dal 14 al 16 settembre e presentata oggi a Palazzo D’Accursio. Dopo aver omaggiato, nella prima edizione, un grande come Chet Baker, gli organizzatori hanno deciso che quest’anno sara’ il pubblico a scegliere l’artista da rendere indimenticabile con una stella commemorativa sul suolo di via Caprarie, stile “Walk of fame” di Hollywood.


Miles Davis, Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan, Thelonius Monk, Charles Mingus e Dizzy Gillespie sono i sei artisti scelti e si potranno votare su www.lastradadeljazz.it o sul profilo Facebook della manifestazione.
Questa non e’ pero’ l’unica novita’. “Infatti - spiega Paolo Alberti, organizzatore della manifestazione - abbiamo deciso di omaggiare anche Lucio Dalla, grande jazzista e ‘figlio di Bologna’, con una stella particolare: una ‘grande stella del cuore’, da posizionare in via Orefici”. 
Prossimamente uscira’ anche il programma ufficiale delle tre giornate di settembre. 
Ad oggi si sa che venerdi’ 14 ci sara’ un’anteprima con concerti nelle cantine del jazz piu’ famose di Bologna, poi sabato e domenica si svolgera’ la vera e propria manifestazione, con l’inaugurazione delle due stelle e i concerti nelle piazze del centro, fino a domenica mattina, giornata conclusiva in cui il Quadrilatero si riempira’ per i concertini dixieland.
Matteo Lepore, assessore al Coordinamento dei grandi eventi del Comune di Bologna, si dice “entusiasta che una manifestazione di qualita’ come ‘Bologna la strada del jazz’ possa replicare dopo il successo della prima edizione, che ha portato in strada oltre 65.000 persone”. 
Lepore aggiunge anche che “con il piano comunale di pedonalita’, dal 2013 si cominceranno a valorizzare alcuni importanti poli cittadini, contestualmente alle possibilita’ economiche della Giunta, per riuscire ad offrire sempre piu’ spesso iniziative di spessore ai bolognesi”. 
Alberti confida inoltre che il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, “e’ interessato ad un ‘gemellaggio’ con Bologna, nell’ambito della manifestazione musicale jazzistica”.

Nessun commento:

Posta un commento