giovedì 23 febbraio 2012

Rob Mazurek a Venezia

Arriva a Venezia uno dei gruppi più originali e indimenticabili della musica di oggi, i São Paulo Underground guidati dal cornettista Rob Mazurek: sul palco del Teatro Fondamenta Nuove, giovedì 23 febbraio 2012, presentano il nuovo disco, Três Cabecas Loucuras, travolgente miscela di jazz e elettronica, psichedelia e musica brasiliana, tutto da ballare in una notte accesa di suoni coloratissimi.


Il cornettista, compositore, artista multimediale Rob Mazurek è tra i talenti più visionari della musica contemporanea. Attivo sulla scena del jazz e dell’improvvisazione dalla metà degli anni ‘90, Mazurek ha contribuito a rivitalizzare la scena di Chicago, gettando un ponte vitale tra la generazione dell’ AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians) e quella più giovane, vicina al rock e alla musica elettronica.
Fondatore del collettivo Chicago Underground, con formazioni che vanno dal duo (esibitosi in un memorabile concerto nell’isola di San Servolo due anni fa) all’orchestra, Mazurek ha militato negli Isotope 217 e collaborato con Gastr del Sol, Tortoise, Stereolab, Calexico, guidando poi uno straordinario quintetto, il trio Starlicker e la travolgente Exploding Star Orchestra.
Parallelamente allo sviluppo di numerosi progetti a Chicago, Mazurek ha vissuto diversi anni nell'Amazzonia brasiliana. Durante questo periodo era solito viaggiare nella fiorente metropoli culturale ed economica di São Paulo, in Brasile. È qui che Mazurek ha incontrato il cofondatore del São Paulo Underground, Mauricio Takara, oltre che altri membri del nascente movimento underground della città.
Nel 2006 esce il primo album, "Sauna: Um, Dois, Três". Un successo che li ha portati alla fama internazionale e li ha spinti ad esibirsi dal vivo, e a introdurre altri due membri, Guilherme Granado e Richard “Hollywood” Ribeiro.
E' del 2008 la loro prima realizzazione in quartetto: The Principle Of The Intrusive Relationships è l’album che è stato valutato da Wire tra i primi 50 dell’anno 2008.
La versione in trio che si esibirà a Venezia dei Sao Paulo Underground vede Takara e Granado occuparsi specialmente delle campionature e dell'aspetto elettronico del suono. Nel 2011 il gruppo ha registrato il suo terzo album, Três Cabecas Loucuras, appena uscito per l'etichetta Cuneiform.
Descrivere il tipo di musica che il gruppo crea è davvero impossibile: São Paulo Underground incarna un affascinante mix musicale che va dal rumore cosmico di Sun Ra ai ritmi e al fraseggio della samba, maracatu, rock, fino alla tradizione del free jazz.
Il São Paulo Underground nasce come estensione dei gruppi chicagoani, dopo il trasferimento di Mazurek in Brasile. Le composizioni jazz e minimaliste, arricchite da strumenti elettronici, trovano nel São Paulo Underground una nuova identità ritmica, modellata sulle scorie di samba anomali che si infittiscono in un tribalismo indefinibile, dove samplers, cornetta, voci e percussioni generano un affresco policromo.

Ecco un video live del São Paulo Underground:

Nessun commento:

Posta un commento