venerdì 17 febbraio 2012

Le mie preferite composizioni originali di Monk

A mio parere il più duraturo contributo lasciato da Monk alla storia del jazz, è rappresentato dalla sue stupende composizioni. Non penso di poter essere contraddetto se dichiaro che Monk sia stato uno dei più grandi (se non il più grande) compositori che la storia del jazz abbia mai conosciuto.
Sono innumerevoli le sue incredibili melodie che sono diventate dei celebri standard di jazz, modelli a cui si sono riferiti tutti i più grandi e celebrati musicisti.
Naturalmente il suo particolare ed inimitabile stile di scrittura, si adattava particolarmente bene al suo playing, i suoi pezzi così spigolosi, angolari ed intricati erano valorizzati dallo stile pianistico di Monk, assolutamente non tradizionale o swingante come quello della maggior parte dei pianisti jazz, posto esattamente all'opposto dallo stile elegante e fluido ad esempio di Bill Evans.
Questi pezzi erano così complicati da maneggiare che, ad esempio, solo pochi sassofonisti riuscivano con successo ad interpretarli; escludendo Charlie Rouse suo storico collaboratore, forse solo Johnny Griffin e, per un breve periodo, John Coltrane, seppero rendere al meglio le intricate melodie monkiane.
Non si contano i pianisti che hanno proposto nel tempo dei progetti per rivisitare la musica di Monk, non tutti hanno avuto un esito particolarmente felice; a mio parere i meglio riusciti sono stati quelli che hanno cercato di rileggerla in modo completamente nuovo, senza cercare di "rifare" Monk.
Il motivo per cui molti dei pezzi scritti da Monk vengono "sfruttati" da così tanti artisti, sta appunto nel fatto che questi sono delle eccellenti basi su cui poter esercitare le proprie capacità improvvisative, e che nonostante le tantissime diverse esecuzioni, riescano a sempre ad esprimere le loro splendide melodie.

Ora vorrei proporre una mia personale playlist di composizioni originali di Monk.
Come vedrete mancano alcuni dei pezzi più celebri, ma ho voluto dare spazio a brani forse un pò meno noti ma ugualmente sensazionali.

Thelonious Monk by Elfio Nicolosi on Grooveshark

Nessun commento:

Posta un commento