venerdì 3 febbraio 2012

Jazz e dintorni a Feltre

Silvia Manco, Gwilym Simcock, Bruno Cesselli, Carlo Atti, Nicola Dal Bo: sono solo alcuni dei prossimi protagonisti della seconda parte di “Jazz e Dintorni”, la rassegna dell’Unisono di Feltre arrivata ormai alla sua 12^ edizione.
Il locale presenta un calendario di tredici proposte lungo fino ad aprile. Sono nomi importanti questi, sia per gli amanti del genere, sia per chi voglia avvicinarsi al jazz, con la certezza di poter fare delle esperienze di pregio.
Sarà l’esibizione di Silvia Manco a pianoforte e voce, accompagnata dal basso elettrico di Andrea Lombardini e dalla batteria di Tommaso Cappellato, ad aprire la rassegna nel 2012, questa sera alle 22.
Gli appuntamenti successivi sono tutti previsti alle 22 del venerdì sera, ad eccezione del batterista Roberto Gatto, che si esibirà col suo quintetto (Max Ionata al sax, Luca Mannutza al piano, Marco Tamburini alla tromba e Giuseppe Bassi al contrabbasso) sabato 18 febbraio alle 22, con uno speciale omaggio al grande batterista Shelly Manne, a cui si potrà partecipare al costo di 20 euro.
Il 10 febbraio salirà sul palco Alessandro Ducoli, che canterà sul piano di Valerio Garuffini e il basso elettrico di Matteo Cossu. 
Il 24 febbraio, al prezzo di 15 euro, si potrà ascoltare uno dei pianisti di punta della scena europea, Gwilym Simcock, accompagnato da Youri Goloubev al contrabbasso e da James Haddren alla batteria. 
Il trio del pianista Luca Poletti aprirà il mese di marzo venerdì 2, assieme al contrabbasso di Stefano Senni e alla batteria di Carlo Alberto Carnevali. A seguire, il 9 marzo, il Daniele Vianello trio, che al contrabbasso sarà affiancato da Dario Zennaro alla chitarra e da Davide Michieletto alla batteria.
Il 16 è la volta del “Bruno Cesselli 5et”: il pianista condividerà la scena con la tromba di Mirko Cisilino, il sax di Filippo Orefice, il contrabbasso di Alessandro Turchet e la batteria di Alessandro Mansutti. Il 23 sarà di nuovo il turno di una donna a calcare la scena, la cantante Laura Copiello, accompagnata da Paolo Vianello al piano, Domenico Santaniello al contrabbasso e Niccolò Romanin alla batteria. Ultima data del mese, il 30 col “Carlo Atti 4et” al sax, assieme a Danilo Memoli al piano, Marco Privato al contrabbasso e Tommaso Cappellato alla batteria. Aprile comincia con “Urban Killas”, cioè Andrea Vedovato alla chitarra, Yuri Argentino al sax, Riccardo Di Vinci al Basso e Simone Sferruzza alla batteria.
Il 13 sarà un’occasione più unica che rara di sentire, gratuitamente, il trio del pianista e organista Nicola Dal Bo, che suonerà il suo Hammond accompagnato dalla chitarra di Michele Manzo e la batteria di Massimo Chiarella. Il 20 è il turno di “XY 4et”, del sax di Nicola Fazzini, il vibrafono di Luigi Vitale, il basso di Alessandro Fedrigo e la batteria di Luca Colussi. Ultimo incontro con la musica jazz live per questa grossa rassegna il 27 aprile, con il “QFWFQ trio”, dal curioso nome del protagonista delle “Cosmicomiche” di Calvino. I componenti che si nascondono dietro questo nome sono Paolo Valentini a chitarra e strumenti etnici, Alberto Polese a tromba, voce e bombardino e Stefano Cosi a caisa drum e percussioni.

1 commento:

  1. Grande programma. bravi. Ho proprio voglia di sentire Roberto Gatto e i suoi e il QFWFQ trio.

    RispondiElimina