domenica 19 febbraio 2012

Bill Carrothers Trio a Gioa del Colle (Ba)

Questa sera, il grande jazz torna sul palco del Ueffilo Jazz Club con il pianista più ricercato ed acclamato del momento: Bill Carrothers con Drew Gress al contrabbasso (John Abercrombie, Tim Berne, Don Byron, Uri Caine, Ravi Coltrane, Fred Hersch, John Surman) e Bill Stewart alla batteria (Dizzy Gillespie, Jim Hall, Lee Konitz, Michael Brecker, Pat Metheny, Gary Peacock, John Scofield), in un omaggio al grande Clifford Brown. 
Bill Carrothers è un artista molto particolare, la cui discografia è costellata di progetti originali e intriganti tra i quali spiccano gli album di libere improvvisazioni sulla Guerra Civile Americana e sulla prima guerra mondiale. Ma Carrothers è sopratutto un eccellente pianista di ispirazione classica dal talento sorprendente, le cui splendide produzioni in trio o in solo mostrano una delicatezza e profondità di tocco in grado di creare sonorità eteree ma allo stesso tempo stimolanti. 
Nato a Minneapolis nel 1964, Carrothers iniziò a suonare professionalmente il piano agli inizi anni '80, guadagnandosi ben presto una solida reputazione. Nei due decenni successivi ha suonato in molti dei più prestigiosi locali e teatri negli Stati Uniti, tra cui il Village Gate, il Knitting Factory e il Birdland a New York e il Blues Alley di Washington. 
Inoltre è stato molto attivo in Europa sopratutto nei locali parigini, e partecipato a diversi festival tra cui il Jazz Festival di Nevers, dove ha condiviso il palco con la leggendaria Abbey Lincoln. 
In questi stessi 20 anni, Carrothers, oltre ad avere una propria notevole attività dal vivo, ha suonato e registrato come sideman di grandi artisti, tra i quali Buddy DeFranco, Dave Douglas, Curtis Fuller, Tim Hagans, Billy Higgins, Lee Konitz, James Moody, Gary Peacock, Dewey Redman, Charlie Rouse, Terrell Stafford, Bill Stewart, Ira Sullivan, Toots Thielemans e Bennie Wallace.
Oltre alla sua notevole attività dal vivo, Carrothers ha avuto una estesa attività discografica molto eterogenea ed anche piuttosto originale.
A Gioia, il pianista presenterà il suo progetto The Music of the Clifford Brown Quintet, nel quale il pianista, accompagnato da Drew Gress e Bill Stewart, mette in mostra anche le sue capacità "beboppistiche" reinterprentando in maniera perfetta i classici del leggendario trombettista, mostrandosi perfettamente a proprio agio sia nei pezzi più veloci che nelle ballads. 

Ecco un video di Bill Carrothers registrato al Angra Jazz Festival nell'ottobre del 2011:

Nessun commento:

Posta un commento