venerdì 20 gennaio 2012

Ricomincia la stagione del FolkClub di Torino

Riparte la stagione dei concerti del FolkClub di Torino, uno spazio per la resistenza della musica di qualità, dove jazz, folk, nuove proposte e felici conferme del panorama italiano trovano un approdo sicuro, pubblico competente e un ambiente unico. 
Questa sera alle ore 21,30, è in programma il concerto di Marcio Rangel.
Marcio Rangel è uno straordinario chitarrista e compositore brasiliano. Mancino, come già prima di lui Jimi Hendrix, suona la chitarra “al contrario”, utilizza cioè una normale chitarra da destri, suonandola rovesciata, quindi con le corde basse in basso e le corde alte in alto. Questa caratteristica, unita a un notevole talento, conferisce al suo suono una impronta unica, innovativa e irripetibile. Le sue composizioni originali sono di rara bellezza estetica e lirica, dotate di armonia e ritmi complessi e, allo stesso tempo melodicamente accessibili al primo ascolto. Il suo notevole eclettismo porta a un linguaggio chitarristico universale che, partendo dal suo Brasile abbraccia blues, jazz e flamenco. 
Marcio è stato ospite dei maggiori festival di chitarra nazionali ed internazionali (Sarzana, Madame Guitar, Sarteano, Ullapool tra gli altri). Preferisce esibirsi da solista, ma ha una passione particolare per i trombettisti jazz e ha dato vita a due incredibili duo con Flavio Boltro e con Fabrizio Bosso. E’ sovente ospite di Max De Tomassi della trasmissione radiofonica Brazil su RAIRADIO1, dove è acclamato come uno dei più virtuosi chitarristi brasiliani.  

Ecco un video di Marcio Rangel, che presenta Jogada De Bola:


Domani invece, sempre alle 21,30, concerto di Sarah Gillespie feat. Gilad Atzmon.
Sarah Gillespie originaria di Londra, di madre americana e padre inglese, cresce tra Norfolk, in Inghilterra e il Minnesota, dove acquista familiarità con il sound di artisti come Bessie Smith, Bob Dylan e Cole Porter; familiarità che emergerà prepotente nella sua attività di autrice e cantante. L'incontro casuale con l'energico sassofonista e polistrumentista israeliano Gilad Atzmon porta alla nascita di un connubio artistico fertile, che sfocia nella produzione da parte di Atzmon del primo CD di Sarah Stalking Juliet, debutto acclamato dalla critica inglese ed europea. Da allora Sarah è stata ospite della BBC e si è esibita in numerosi festival e jazz club di tutta la Gran Bretagna, raccogliendo un successo sempre crescente.
Personalità poliedrica (dipinge, scrive poesie, è impegnata politicamente), Sarah combina le sue notevoli doti vocali uno stile molto personale: folk metropolitano, un lirismo che sconfina nella poesia, un'influenza jazz sempre presente.
Gilad Atzmon è un sassofonista dalla straripante energia, che fonde il linguaggio jazzistico con quello della tradizione Yiddish, il funk, il rock e sonorità arabeggianti. Da molti anni nei Funk Blockheads (la band di Yan Dury, “...sex, drugs and rock&roll!”), oltre ad aver affiancato Sir Paul McCartney e Robbie Williams. Già ospite di Radio Londra in un acclamato strepitoso concerto a Maison Musique del dicembre 2009, Gilad (fisarmonica, saxofoni, pianoforte) accompagna Sarah (chitarra e voce) al FolkClub insieme a Ben Bastin (contrabbasso) ed Enzo Zirilli (batteria).

Ecco un video di Sarah Gillespie e Gilad Atzmon Live on Jazz FM:

Nessun commento:

Posta un commento