sabato 17 dicembre 2011

Etta James è in fin di vita

La leggendaria Etta James, è in fin di vita, ha annunciato ieri il suo manager.
"Gli esperti hanno dichiarato che la leucemia di cui la 73enne cantante soffre è inoperabile", ha detto il dottor Elaine James suo medico curante nella casa della James in California.
"Io sono del sud e cristiana e chiederei ai suoi fans e agli amici di pregare per la sua vita", ha detto il medico al quotidiano The Press-Enterprise. "Sanno che lei è stata male, ma non sanno quanto è malata", ha aggiunto.
La James fu ricoverata una prima volta all'inizio del 2010 per la demenza senile e per la leucemia, e poi nuovamente per problemi simili nel maggio di quest'anno, dice il giornale, riportando che c'è stata una disputa legale della famiglia sul suo patrimonio e sul pagamento delle sue cure.
Il suo manager di lunga data, Lupe De Leon, ha dichiarato al sito Entertainment Weekly: "Etta è una malata terminale. E' nelle fasi finali della leucemia. Inoltre gli è stata diagnosticata la demenza senile e l'epatite C.  E' a casa in questo momento e dorme per la maggior parte del tempo. Lei è sotto la cura di un medico del Riverside Community Hospital e le hanno immesso dell'ossigeno. Suo marito è con lei 24 ore al giorno, e i suoi figli la visitano regolarmente. Siamo tutti molto tristi. Stiamo solo aspettando".
Etta James, nata Jamesetta Hawkins, ha vinto quattro Premi Grammy e diciassette Blues Music Awards. E' stata inserita nella Rock & Roll Hall of Fame nel 1993 e si è aggiudicata un Grammy alla carriera nel 2003.
Il pezzo con il quale ha raggiunto la massimo notorietà fu certamente il bellissimo At Last; scritto da Mack Gordon e Harry Warren, At Last divenne prima un successo per Glenn Miller e la sua orchestra, quindi venne eseguito anche da Nat King Cole, prima di essere adottato dalla James nel 1960.
La cantante è anche conosciuta per la sua interpretazione soul di brani come I’d Rather Go Blind e All I Could Do Was Cry.

Ecco un video di Etta James che presenta una recente versione di At Last

Nessun commento:

Posta un commento