giovedì 29 dicembre 2011

Cheryl Porter a Molfetta

Il grande tenore Luciano Pavarotti, infatti, volle proprio la cantante Cheryl Porter per guidare il coro gospel al suo matrimonio. E, più recentemente, lo stesso è accaduto anche alla cerimonia di insediamento di Barack Obama alla Casa Bianca a Washington, quando la voce di Cheryl Porter si intrecciò con quella di Aretha Franklin.
La sontuosa voce “black” della cantante americana, sarà la protagonista di “Gospel Symphony”, il concerto che la vedrà cantare insieme alle grandi voci soliste "di colore" degli Halleluiah Gospel Singers e all’Orchestra Magna Grecia, diretta nell’occasione dalla bacchetta dell’americano Robert E. Wooten Jr.
Il concerto si terrà nella Cattedrale di Molfetta, venerdì 30 dicembre, ed è organizzato dal Comune di Molfetta e dalla Fondazione Valente, con il supporto tecnico di Area Metropolitana. 
Cheryl Porter e gli Halleluiah Gospel Singers interpreteranno, nell’inconfondibile sonorità "black", le canzoni della tradizione religiosa afroamericana che più toccano il cuore, nonché le canzoni e carole natalizie, per un'esperienza autentica e da non perdere.
Nella scaletta si alterneranno brani gospel e canti natalizi: The Prayer, Jesus What a Wonderful Child, I Just Can't Tell It, What a Wonderful World, Joy to the World, Silent Night, It's Amazing, Amen, Today a Child is Born on Earth e, dopo la famosa What a Wonderful World di Louis Armstrong, il gran finale con un Christmas Song Medley che riprorrà le più tradizionali melodie natalizie.
Questo concerto rappresenta un vero e proprio “progetto musicale”, una nuova e avvincente sfida artistica per l’Orchestra ICO della Magna Grecia: rielaborare il Gospel dei neri d'America in chiave sinfonica, in particolare grazie agli inediti arrangiamenti scritti per l’occasione da Robert E. Wooten Jr, il musicista e compositore gospel americano che dirigerà l’orchestra tarantina, “affiancata” da una sezione ritmica Made in USA.
Potente, commovente, ispirata, elegante sono le parole più usate quando si parla della cantante e vocal coach Cheryl Porter. Una voce unica, che riesce ad arrivare dentro l’anima di chi ascolta lasciando un’emozione difficile da dimenticare. Da dieci anni Cheryl ha dedicato la sua carriera ad una missione in musica: quella di portare un messaggio di unità ad un mondo diviso, di fraternità ai popoli in guerra, e di pace interiore a chi ascolta la sua musica.
Dopo aver vinto una borsa di studio in canto lirico presso la prestigiosa Northern Illinois University, ha intrapreso gli studi di canto classico sotto la guida del basso Myron Myers e con la soprano Edna Williams. Come soprano drammatico, accompagnata da varie orchestre americane, ha interpretato i ruoli delle grandi dive di Puccini, Rossini e Verdi.
Il mio sogno – ricorda Cheryl – allora era quello delle grandi voci dell’Opera; successivamente trasferitami in Italia, mi sono resa conto che la musica Europea non era la “storia” che volevo raccontare, e che invece nella gente c’era un grande bisogno nei riguardi del messaggio universale espresso dalla musica Spirituals e Gospel. Ho capito che la musica può costituire un “ponte” per andare “oltre” la routine di ogni giorno, per ampliare la nostra spiritualità, per avvicinarci alla nostra anima e scoprire il Dio che abita dentro ognuno di noi”.
Grazie all’ampio spettro di capacità vocali ed alla sofisticata miscela di Spirituals, Classica, Jazz e Gospel, Cheryl ha avuto modo di collaborare e condividere il palco con molti artisti, alcuni dei quali veramente leggendari: si possono citare Paolo Conte, Katia Ricciarelli, Tito Puente, Mariah Carey, Take 6, The Blues Brothers, ed inoltre Gen Rosso, Paquito D’Rivera, Marshall Royal, Dave Brubeck, Amii Stewart, Claudio Roditi, Bob Mintzer (Yellow Jackets), Hal Crook, i Brecker Brothers, e David Crosby. Ha registrato più di 20 CD di Spirituals, Jazz, e Gospel, e più di 40 singoli.
L’Ensemble vocale Halleluiah Gospel Singers riunisce varie voci provenienti varie città-simbolo della musica afroamericana, Chicago, Atlanta e Memphis. Le particolari risorse timbriche di ogni singola voce di questo coro gospel danno vita ad un impasto sonoro accattivante, di notevole impatto espressivo. Il loro repertorio spazia dagli Spirituals classici, al Gospel tradizionale, al Blues, fino a raggiungere alcune sonorità più tipicamente contemporanee. Gli artisti dell’“Halleluja Gospel Singers” hanno alle spalle un grande esperienza; hanno partecipato ad importanti manifestazioni e trasmissioni televisive, affiancando artisti da calibro di Mariah Carey, Paolo Belli, Giorgia, Stevie Wonder, George Benson, Mario Biondi, e Luciano Pavarotti.

Ecco un video di Cheryl Porter con l'Orchestra della Magna Grecia, registrato a Castellaneta (Ta) nel marzo del 2011, che presenta una versione di Grande Grande di Mina:

Nessun commento:

Posta un commento