martedì 1 novembre 2011

Il Jazz e la Danza: videointervista al musicologo Stefano Zenni

Giovanna Piccioni incontra il musicologo Stefano Zenni in una piacevole chiacchierata attorno al rapporto tra il Jazz e il ballo, dagli anni 10 del secolo scorso. New Orleans, New York, gli anni e l’America della discriminazione razziale, il Savoy Ballroom, prima sala da ballo per neri che segna l’inizio di una vera e propria rivoluzione musicale e di costume. L’esplosione del ballo pubblico negli anni 10, il Lindy Hop, le trasformazioni ritmiche, Il Cotton Club, il Sunset Café, le jam-session di tip-tap nei club di Harlem, lungo la 132esima. Questo. E altro. Molto altro nella deliziosa chiacchierata di Giovanna Piccioni con Stefano Zenni, in un affascinante excursus storico e attraverso i costumi dell’epoca. 
Stefano Zenni è presidente della Società Italiana di Musicologia Afroamericana e membro dell’Advisory Board del Center for Black Music Research di Chicago. E' docente di Storia del jazz e delle musiche afroamericane presso i Conservatori di Bologna e Pesaro; insegna presso i seminari di Siena Jazz, Merano Jazz e Chieti in Jazz, di cui è anche direttore. Ha scritto e curato libri su Miles Davis, Louis Armstrong, Herbie Hancock, Charles Mingus (gli ultimi tre pubblicati nella collana “Jazz People” di Stampa Alternativa), e ha contribuito alla riscoperta di Umberto Cesàri. Redattore del New Grove Dictionary of Jazz II, direttore artistico della rassegna Metastasio Jazz a Prato e della stagione musicale della Società L. Barbara di Pescara, conduttore di Rai Radio3, è stato candidato ai Grammy Awards per le migliori note di copertina.

Ecco il video:

Nessun commento:

Posta un commento