venerdì 11 novembre 2011

Antonio Sanchez a Ferrara

È un maestro del drum l'ospite di questa sera di Ferrara in Jazz. Alle 21.30, al Torrione, è atteso Antonio Sanchez con il suo quartetto, per un concerto organizzato in collaborazione con il Bologna Jazz Festival
Vincitore di tre Grammy Award, Antonio Sanchez è considerato da critici e musicisti uno dei più influenti batteristi della sua generazione, un musicista completo, capace di muoversi con disinvoltura nei territori del latin jazz, così come nell'ambito del jazz moderno. 
Nato in Messico nel 1971, Antonio Sanchez inizia a suonare a 5 anni e già adolescente ottiene i primi incarichi professionali. Parallelamente si diploma in pianoforte presso il conservatorio di Città del Messico, per poi muovere a Boston alla prestigiosa Berklee School of Music che gli spalancherà le porte al mondo del jazz che conta. Negli ultimi quindici anni ha lavorato fianco a fianco con mostri sacri come Pat Metheny, Chick Corea, Michael Brecker, Charlie Haden, Gary Burton, Kenny Werner, Paquito D'Rivera e Toots Thielmans, collaborando anche con molti dei massimi musicisti della sua generazione: Joshua Redman, Chris Potter, John Patitucci, Danilo Perez, David Sanchez, Miguel Zenon e Scott Colley.
Al Torrione, Sanchez si presenterà a capo del suo più recente quartetto, composto da tre validissimi esponenti del miglior jazz di marca newyorchese, come l'amico di sempre Dave Binney al sax alto e i due giovani talenti John Escreet al pianoforte e Matt Brewer al contrabbasso.
Il concerto avrà inizio alle 21.30.

Ecco il video di uno strepitoso drum solo di Antonio Sanchez:

Nessun commento:

Posta un commento