giovedì 13 ottobre 2011

Jazz & Wine Of Peace 2011

Quattro giornate di festa che offrono un’esclusiva veduta sul panorama del Jazz internazionale. Quattro giorni per gustare le eccellenti tipicità del Collio italiano e sloveno, fino a tardi, senza sosta, intorno alla musica di Bobby Previte, Gianluca Petrella, Steve Swallow, Wolfgang Puschnig, Wayne Horvitz, Rob Mazurek, Nicole Mitchell, Christy Doran, Kris Davis, Roberto Gemo, Saverio Tasca, John Abercrombie, Mark Feldman, Joey Baron, Bojan Z, Julien Lourau, Steve Coleman e altri ancora.
Ad accogliere, da tutta Europa, i quasi 10.000 affezionati al Festival, è naturalmente Cormòns (Gorizia), nel cui Teatro si svolge il clou della kermesse. Per tutto il Festival, la musica live sarà al centro della scena, in ristoranti tipici, piccole chiese, antiche cantine e nei dopo-concerti ‘Round Midnight.
Ed inoltre interessanti eventi collaterali, dagli incontri con i musicisti moderati da critici di jazz, a mostre e convegni che dalla musica sconfinano in altre discipline, alle visite guidate in cantine ed enoteche.
La rassegna partirà il 20 ottobre con il concerto di Bobby Previte che arriva a Cormòns con Bump Meets Pan-Atlantic, un combo di musicisti eccezionali, con un solida impostazione jazzistica che prende il volo sconfinando nel funk e nel rock.
Questo progetto presenta la fusione di due grandi bands dirette da Previte: Bump e Pan-Atlantic. Bump era la band esplosiva attiva tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del nuovo millennio. Ha al suo attivo due dischi pubblicati dalla Palmetto records. Pan-Atlantic invece è il nuovo ensemble composto esclusivamente da musicisti europei. Il primo disco è uscito nel 2009 per la Auand. Rappresentanti di Bump sono il più originale dei bassisti elettrici jazz, Steve Swallow, ed il magico pianista Wayne Horvitz. Appartengono invece a Pan-Atlantic il grande sassofonista austriaco Wolfgang Puschnig ed una delle stelle del jazz italiano, il trombonista Luca Petrella
Tra gli altri appuntamenti in programma segnalerei venerdì 21 ottobre Rob Mazurek "Starlicker" con Special Guest Nicole Mitchell. Rob Mazurek è tra le figure chiave della musica contemporanea americana. Protagonista della scena musicale di Chicago, è solista di cornetta, tromba, compositore, artista multimediale. Starlicker è un trio che attraversa i generi con facilità e mantiene una salutare indifferenza verso la catalogazione, composto da Jason Adasiewicz, vibrafonista erede di giganti come Bobby Hutcherson e Walt Dickerson, e John Herndon, batterista anche del collettivo post-rock Tortoise.
Ospite speciale di Starlicker in occasione del concerto di Cormòns sarà la deliziosa flautista Nicole Mitchell, un’irresistibile improvvisatrice dotata di enorme talento, grande arguzia, determinazione e positività.
Sabato 22 ottobre è la volta del John Abercrombie Quartet. Indiscusso protagonista della chitarra jazz da almeno tre decenni con uno stile sintesi tra la moderna scuola della chitarra jazz ed elementi rock, John Abercrombie si presenta a Cormòns con il suo quartetto di formidabili solisti; Mark Feldman, uno dei violinisti più versatili di oggi, il giovane contrabbassista Thomas Morgan, già componente dei Five Elements di Steve Coleman e Joey Baron è un batterista del quale il jazz attuale non potrebbe fare a meno. Il chitarrista americano la descrive così: “E' perfetta, la mia band favorita per suonare cose improvvisate liberamente. Ci può essere un piccolo invito o una leggera spinta. O nulla. Ma questa band è così rapida. Joey Baron è uno dei musicisti più veloci che abbia mai incontrato”. Un quartetto, questo di John Abercrombie, che continua a meravigliare in continuazione. 
Domenica 23 ottobre è infine la volta di Steve Coleman and Reflex. Caposcuola indiscusso del jazz proliferato negli States nell’ultimo paio di decenni, l’altosassofonista chicagoano è impegnato da anni nella ricerca di un’ulteriore evoluzione ritmica della musica afroamericana. “Reflex” è un progetto in trio che raramente si ha occasione di vedere sulle scene costituito da Steve Coleman all'alto sax, David Virelles alle tastiere e piano e Kassa Overall alla batteria.
Per informazioni: www.controtempo.org

Nessun commento:

Posta un commento