mercoledì 5 ottobre 2011

Jazz al Baluardo di Modena

Una rassegna jazz di livello internazionale quella presentata al Baluardo della Cittadella di Modena che richiamerà appassionati da tutta Italia. Ventidue concerti, 46 musicisti, di cui venti stranieri: queste le cifre della sesta edizione di “Jazz al Baluardo 2011”, organizzata dal Modena Jazz Club
«Per noi che cerchiamo di diffondere la musica jazz è motivo di soddisfazione allestire un cartellone così qualificato», ha spiegato Marco Panini, curatore della rassegna con l'associazione Muse e Studio's. «Un cartellone di qualità che vede insieme validissimi musicisti internazionali assieme a giovani talentuosi musicisti» ha concluso Panini. Soddisfazione espressa anche dall'assessore alla Cultura del Comune Roberto Alperoli. «Per chi fa musica di qualità – ha precisato l'assessore – oggi è difficile sopravvivere, per questo sono contento che per il sesto anno consecutivo, sia stata allestita questa validissima rassegna. Una città che propone questi appuntamenti – ha concluso Alperoli – è intelligente e interessante. Sarebbe bello che a Modena anche altri locali dessero più spazio a queste rassegne jazzistiche».
Dieci gli appuntamenti della prima parte che si chiuderà il 15 dicembre. Tutti i concerti si terranno il giovedì escluso quello dell'8 novembre. Ad aprire il 13 ottobre, alle 21.30, Francesco Cafiso Island Blue Quartet che presenterà il nuovo album drumlss “Moody'n”, approdando per la prima volta su etichetta Verve. Il 20 ottobre toccherà a Greg & the Blues Willies, gruppo che nasce nei club romani nel 1997 tra le atmosfere dei gangster movies e l'entertainment stile e Las Vegas ed è guidato da Claudio “Gregg” Gregori (in tv Le Iene). Terzo appuntamento il 27 ottobre con Michele Hendricks 4et, cantante americana, autrice-compositrice e arrangiatrice, è salita sul palco per la prima volta a otto anni con suo padre, Jon Hendricks, una leggenda del jazz. Quarto appuntamento il 3 novembre con Franco D'Andrea Three guest Han Bennink, una banda che e è stata il colore di riferimento del jazz tradizionale, la musica che ha affascinato D'Andrea ai suoi esordi. L'8 novembre Mike Stern Band, featuring D . Weckl, C. M. Doky, B. Malach con cinque nomination ai Grammy Award. Giovedì 17 novembre il giovane Mattia Cigalini Res Nova mentre il 24 novembre la musica brasiliana di Chico Pinheiro. Il 1 dicembre ospite Harold Mabern Quartet, l'8 dicembre Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura e il 15 dicembre Omer Avital 5et.

Nessun commento:

Posta un commento