mercoledì 19 ottobre 2011

Itinerari Jazz a Rovereto

Il giovane e multietnico continente americano ha fornito l'humus ideale per la nascita del Jazz ma il tratto distintivo di questo fenomeno musicale è stato sicuramente la facilità con cui esso è entrato in simbiosi con altri generi musicali diffondendosi rapidamente in buona parte del pianeta. Le formazioni inserite nel programma della quindicesima edizione degli Itinerari Jazz che si svolgono a Rovereto sono una sintetica rappresentazione di questo fenomeno. Troviamo in apertura, sabato 29 ottobre, il quartetto americano di John Abercrombie (John Abercrombie chitarra, Mark Feldman violino, Thomas Morgan contrabbasso, Joey Baron batteria), portatore di sofisticate armonie e di una raffinata musicalità che evoca atmosfere cameristiche. L'elemento caratterizzante il gruppo è la riproposizione, mediata dai canoni contemporanei, del dualismo chitarra-violino che da Django Reinhardt in poi ha rappresentato una delle combinazioni timbriche più riuscite che il Jazz abbia prodotto. 
Uno spazio importante è riservato al tributo che, venerdì 4 novembre, la Gianluca Petrella I-Jazz Ensemble ha dedicato al grande compositore Nino Rota nella ricorrenza dei cento anni della sua nascita. Il progetto, commissionato al trombonista pugliese da una associazione di festival Jazz italiani, non ha caratteristiche commemorative o celebrative ma, grazie ad un rigoroso lavoro di ricerca svolto su materiali originali e inediti, ci propone una lettura personale del mondo musicale di Nino Rota, scavando anche nelle sue opere non strettamente legate alla produzione cinematografica. 
La chiusura della rassegna, domenica 13 novembre, è affidata al "latin jazz" del Eddie Palmieri "Afro - Caribbean Jazz All Stars" e allo squarcio che la sua musica apre sull'incontro fecondo tra il Jazz e la musica dell'America latina, incontro che ha radici lontane nel tempo: il "samba", la "bossa", la "salsa", sono espressioni musicali che, come la musica afro-americana, hanno nel ritmo e nella libertà dell'improvvisazione i loro elementi fondanti, ne stabiliscono il genere e ne determinano l'area di espressione musicale.

Per informazioni: www.centrosantachiara.it

Nessun commento:

Posta un commento